L’esigenza di costituire una Associazione per l’arte è nata  dalla  voglia di  approfondire  e allargare all’esterno unfare arte”  e un  “fare cultura” che privilegino  il lavoro collettivo, l’impegno sociale, la ricerca e le infinite possibilità di integrazione  creativa tra forme espressive ed esperienze diverse.
Nel nostro costituirci come Associazione di Volontariato, sociale e laico, intendiamo promuovere eventi ed iniziative di forte impatto sociale nel mondo dell’arte insieme a quanti vi ruotano attorno, certi che arte e cultura sono dimensioni trasformative per tutti, e in particolare per i diversamente abili. Tale trasformazione è legata ad un lavoro che nasce dall’interno della persona in una dimensione di multidisciplinarietà e multiespressività, che ha il suo centro nel rapporto interumano e nello scambio di esperienze.
Libera espressione e conseguente comunicazione sono i due cardini fondamentali delle finalità sociali della Associazione.
Le nostre iniziative nascono dalla collaborazione con Comuni, Istituzioni, Enti, Università, Associazioni e scuole, nonché con Strutture e Servizi di salute mentale e organizzazioni di volontariato.

Il nome Ipazia vuole essere un omaggio alla filosofa e scienziata alessandrina del IV secolo, un omaggio al coraggio di una donna che si ribellò ai dogmi della religione e che lottò per la libertà di espressione, di pensiero e di ricerca.
Alla libertà di espressione di oggi, alla ricerca delle radici più profonde da cui originano il pensiero e l’immagine e alle infinite possibilità dell’essere umano di creare e ricreare allude la seconda parte del nome dell’Associazione, appunto “immaginepensiero”.
Ad oggi sono state realizzate oltre 40 mostre tra personali e collettive e 100 tra incontri, concerti, eventi musicali e reading di poesie.
L’Associazione, nata il 26 marzo del 2010 presso lo Studio del Notaio Nicola Riccardelli, si è dotata di uno Statuto di ODV (Organizzazione di Volontariato) che rispecchia metodi e percorsi di questo “viaggio verso la conoscenza” coerente e creativo al tempo stesso, di cui l’articolo 4, relativo alle Finalità  (vedi oltre), è la vera spina dorsale intorno a cui ruotano idee, proposte, attività artistiche e di impegno sociale.

Strutture e Servizi di salute mentale con cui collaboriamo: il Centro Diurno Arvalia Dipartimento di Salute Mentale ASL RMD di Roma con annesso Laboratorio Arti e mestieri Cooperativa Aletheia e la Struttura Residenziale Terapeutico Riabilitativa Estensiva Catacombe di Generosa di Roma.

Dall’8 marzo 2017, giorno della intitolazione da parte del Comune di Roma del Giardino Ipazia di Alessandria in zona Tor Sapienza, il Comitato promotore ha dato vita al COMITATO IPAZIA PER LA LIBERTA’ DI PENSIERO con l’impegno di appoggiare nuove conquiste al femminile nel campo della cultura, dell’arte e della scienza. Ne fanno parte assieme a noi: A.N.P.I Roma, Ass.ne Culturale Civilta? Laica di Roma, Ass.ne Donne di Carta, Ass.ne Filomati, Ass.ne Toponomastica Femminile, GA.MA.DI. La Voce Onlus, U.A.A.R. Roma e U.D.I.
Per info: Gabriella Pandinu gapandi@hotmail.it

Tra le istituzione e gli enti che ci hanno ospitato a Roma ricordiamo: Palazzo Venezia, Libreria Amore & Psiche, Abitart Hotel, IPCAL Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario,  Accademia Nazionale di Danza, Spazio Dibattiti Edizioni Empirìa, Città dell’Altra Economia, Percento Musica, Sala della Cultura/Villa De Sanctis,  Remax Place, Ex Cartiera Latina/Parco Regionale dell’Appia Antica, Museo Carlo Bilotti/Aranciera di Villa Borghese, Auditorium della Banca D’Italia, Consolato Generale di Colombia, Università eCampus, Cascina Farsetti e Casalino a Villa Doria Phaphilj, Galleria e Biblioteca Angelica, Libreria Odradek, T.A.G. Tevere Art Gallery. A Latina: La Feltrinelli, Teatro G.D’Annunzio, Galleria Federlazio, Terminal Audi, Spazio 11, MADXI Museo Contemporaneo. A Sabaudia (LT): Museo Emilio Greco. A Genzano (RM): Palazzo Sforza Cesarini. A Calcata (VT): Palazzo degli Anguillara.